Jasmine Trinca inaugura il Puntasacra Film Fest. “Una cerimonia pagana. Con il cinema sotto le stelle e davanti al mare”

L'attrice e regista ha inaugurato la seconda edizione dell'arena estiva realizzata da Alice nella città e Francesca Mazzoleni all'Idroscalo di Ostia. Tra i prossimi ospiti nel luogo amato da Pasolini anche Anna Foglietta, Paolo Giordano, Carolina Crescentini e Francesco Motta

“Avevo visto delle cose di sfuggita l’anno scorso e avevo sentito dei racconti. È come se si trasmettesse una leggenda, quando le persone attraversando dei luoghi e questi luoghi hanno una loro potente vita. È quello che cerchiamo anche noi. Come dei vampiri siamo assuefatti da un modo di vivere e di stare nelle cose spesso annoiato, quindi mi aspettavo qualcosa del genere, sono sincera! Mi aspettavo della vita, mi aspettavo quello che manca sempre di più nel mondo, la curiosità e la curiosità dell’incontro”. Racconta così Jasmine Trinca le emozioni provate durante la serata di apertura della seconda stagione del Puntasacra Film Fest, l’arena estiva ideata da Alice nella Città e nata da un’idea dei due direttori Fabia Bettini e Gianluca Giannelli con Francesca Mazzoleni, regista del documentario Punta Sacra, presentato nella sezione autonoma della Festa del Cinema di Roma nel 2020.

“Oltre all’incontro con una comunità che accoglie a braccia aperte, c’è anche quest’idea di portare il cinema sotto le stelle e davanti al mare. E così stasera abbiamo fatto questa sorta di cerimonia pagana in cui sono felicissima di essere stata” ha poi proseguito l’attrice e regista che ha presentato al pubblico, a trent’anni anni dall’uscita in sala, il capolavoro di Jane Campion Lezioni di piano.

Da Federico Fellini a Nanni Moretti passando per Claudio Caligari e Pier Paolo Pasolini – che proprio nelle sue vicinanze venne ucciso il 2 novembre 1975 -, l’Idroscalo di Ostia ha spesso ispirato il cinema e i suoi autori. Dopo il documentario del 2020 di Mazzoleni una promessa fatta ai giovani che vivono alla foce del Tevere ha riportato i film e i suoi protagonisti in un luogo a lungo dimenticato dal radar della cultura capitolina rendendolo il centro di una proposta vivace e stimolante capace di abbracciare la sua comunità.

La manifestazione si svolgerà fino al 9 luglio – raddoppiando la sua programmazione da cinque a dieci giorni sempre a ingresso gratuito – e vedrà susseguirsi molti nomi di spicco del cinema italiano. Una proposta varia che intreccia film in bianco e nero e animazione, cinema indipendente e di denuncia passando per piccole gemme da (ri)scoprire e un omaggio a Francesco Nuti con la proiezione l’8 luglio di Caruso Pascoski (di padre polacco) e Tutta colpa del Paradiso, il giorno successivo, presentato da Elena Sofia Ricci.

Tra i film in programma L’innocente di Louis Garrel (sabato primo luglio), Un sogno chiamato Florida di Sean Baker con Willem Defoe introdotto da Federico Cesari (domenica 2 luglio), Marcel The Shell With Shoes On (lunedì 3 luglio), Cattive acque, film diretto da Todd Haynes introdotto dallo scrittore Paolo Giordano (martedì 4 luglio), Risate di gioia, omaggio a Mario Monicelli, Anna Magnani e Totò introdotto da Anna Foglietta (mercoledì 5 luglio) e Petit Maman, splendido film di Céline Sciamma, vincitore di Alice nella Città, introdotto da Carolina Crescentini e Francesco Motta (venerdì 7 luglio).

[jwplayer nqCdHNzpjHeaRqd5 embed=”div”]