Box Office Italia: Napoli (quasi) milionaria, mentre The Fall Guy inciampa. È iniziata l’estate del nostro malcontento

Il botteghino languirà per un bel po', salvo exploit. Nel weekend l'unica sorpresa è stata Sarò con te, il film celebrativo dello scudetto partenopeo. Delusione per il film degli stuntmen con Ryan Gosling, battuto addirittura da Garfield. E Challengers? Sempre primo

Box Office Usa, The Fall Guy apre con 25,8 milioni di dollari. Star Wars: Episodio I supera Challengers

Il fine settimana è in calo del 53% rispetto alla stessa apertura estiva del 2023, quando Guardiani della Galassia Vol. 3 ha debuttato sul grande schermo con 118,4 milioni di dollari a livello nazionale

Box Office Usa: The Fall Guy debutta al primo posto, ma a cifre inferiori rispetto alle previsioni

Si prevede un'apertura a 28 milioni di dollari per il film di David Leitch con Ryan Gosling, ora si punta sul passaparola. Sommando gli incassi oltreoceano, si conta su un bottino globale i 65,4 milioni. Challengers di Luca Guadagnino conferma la sua forza

Box Office Usa: The Fall Guy punta a 35 milioni di dollari di apertura. E cerca di salvare il botteghino

La commedia d'azione diretta da David Leitch potrebbe portare un po' di sollievo a un periodo poco incoraggiante in termini di incassi cinematografici. Anche se è difficile battere il record dello scorso anno di Guardiani della Galassia

Box Office Italia: Zendaya vince il primo set al tie break, ma la vera sorpresa è un film del 1997

Challengers potrebbe superare i 2 milioni d'incasso ai botteghini, ma è il capolavoro del maestro dell’animazione giapponese Satoshi Kon Perfect Blue a sparigliare le carte con il suo mezzo milione fatto in soli tre giorni di programmazione

Box Office Italia: Back to Black e Civil War in testa, in attesa di Zendaya. Il tennis ci salverà?

Botteghini ancora palliducci, ma non è andata male con un +21% in più rispetto alla settimana scorsa. Il biopic su Amy Winehouse al di sotto delle aspettative, mentre Alex Garland gode anche del forte dibattito che si è scatenato sul suo film. Cresce intanto l'attesa per Challengers di Luca Guadagnino

Box office Usa: la Civil War di Alex Garland prosegue in testa. E supera i vampiri di Abigail

L'horror firmato da Radio Silence resta sotto le previsioni. Continua, invece, la corsa di Dune - Parte seconda e Kung Fu Panda 4. Guy Ritchie torna sul grande schermo con Henry Cavill. E si aspetta Guadagnino

Box Office Cina: Il ragazzo e l’airone raggiunge 94 milioni di dollari, Godzilla e Kong supera i 100 milioni

Kung Fu Panda 4 ha mantenuto il terzo posto. Il totale dei ricavi dei botteghini cinematografici cinesi nel 2024 ammonta attualmente a 2,55 miliardi di dollari, in aumento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2023

Box Office Italia: persino con i Ghostbusters aleggiano spettri di un cupo passato

Questo aprile si sta rivelando un mese infelice per il botteghino, a meno di clamorosi exploit: neanche gli acchiappafantasmi ci hanno salvati, fermandosi a 881 mila euro in quattro giorni. Maggio promette meglio, le speranze si concentrano su The Fall Guy

Box Office USA: l’America divisa di Civil War domina al botteghino. Monkey Man non regge il colpo

Il film di Alex Garland ha incassato quasi 26 milioni di dollari, mentre l'opera prima di Dev Patel ne ha racimolati solo 4. Intanto la Warner è il primo Studios ad aver superato 1 miliardo di dollari di ricavi a livello globale nel 2024

Ennio Doris: c’è anche un domani. Ma pure ieri non è andata così male. Esce il 15 aprile, ma è già primo al box office

Marketing classico, fidelizzazione di clienti che diventano spettatori (e chissà che quest'ultimi, quando cominceranno le proiezioni vere dal 15 al 17 aprile non diventeranno anche utenti della banca), alcuni raccontano anche di pullman aziendali fantozziani. Mediolanum regala le proiezioni del biopic del suo fondatore ai correntisti e con un investimento modesto vince al box office. E in comunicazione.

Box Office Italia: la parabola del sole e della pioggia, poco cinema quando c’è bel tempo

In questo weekend dopo la Pasqua è mancato il film che poteva fare la differenza: i botteghini hanno segnato un meno 44 per cento rispetto alla settimana scorsa. Consoliamoci con un film italiano che raggiunge i 4,5 milioni di euro, complimenti a Riccardo Milani, Antonio Albanese e Virginia Raffaele per Un mondo a parte

Box Office Usa: Godzilla e Kong schiacciano Monkey Man e Omen con 31 milioni di dollari

Sotto le aspettative gli incassi dell'esordio da regista di Dev Patel, che si è piazzato al secondo posto con una stima di 10,1 milioni di dollari, e del prequel dell'horror del 1976. Al quarto posto si difende il nuovo Ghostbusters

Che bella Pasqua con la premiata ditta Milani-Cortellesi-Albanese

Nei giorni di festa i botteghini sono cresciuti del 19%, con incassi robusti soprattutto nel Lunedì dell'Angelo, quando la prima posizione è stata presa da Un mondo a parte, che ha guadagnato quasi un milione di euro in un giorno solo. E poi c'è la sorpresa I bambini di Gaza

Box Office Italia: è la via del Panda. E di Charles Foster Kane. Mentre il cinema italiano ha dei problemi da risolvere

Dune 2 insegue le avventure marziali di Po e con 9,1 milioni di euro si appresta a superare il primo capitolo della saga. Ma è davvero notevole il 14mo posto, con appena un giorno di programmazione in 99 sale - e non per tutti gli spettacoli - della riedizione di Quarto Potere, il capolavoro di Orson Welles

Box Office Usa: Kung Fu Panda 4 spodesta Dune 2. Delude invece Arthur the King con Mark Wahlberg

Il film di Simon Cellan Jones ha avuto un debutto inferiore alle aspettative, 7,5 milioni di dollari, e anche la commedia satirica The American Society of Magical Negroes crolla incassando poco più di un milione

Box Office Italia: la fattoria degli animali ha paura del sole (fortuna che c’è Kung Fu Panda)

I botteghini segnano -28% rispetto alla scorsa settimana, +8% rispetto all’anno scorso. Non è una bella notizia, ma la delusione viene parzialmente compensata dalla prospettiva del ritorno delle avventure di Po. Non solo: il cinema d’autore dimostra di avere una tenitura che molti titoli più commerciali non hanno (aspettando Orson Welles)

Box office Cina, (ottimo) debutto da 20 milioni di dollari per Dune: Parte Due

Il film di Denis Villeneuve si è guadagnato punteggi altissimi dal pubblico, battuto solo dal poliziesco The Pig, the Snake and the Pigeon, e ha fatto meglio di molti recenti blockbuster hollywoodiani usciti nel Paese

Box Office Italia: e dopo gli Oscar, che tutti i premi porta via, si deve fare sul serio

Solo Povere creature! e La zona d'interesse beneficeranno dei premi dell'Academy: in particolare il film di Glazer può puntare a superare i 4 milioni d'incasso. Per il resto si conferma il dominio di Dune 2, ma è molto interessante anche la performance del nuovo Virzì

Box Office Italia: Dune mosse, come diceva Zucchero, ma con giudizio. In attesa degli Oscar

Sono 3,7 milioni in cinque giorni per il secondo capitolo della saga fantascientifica diretta da Denis Villeneuve, che negli Usa ha fatto nel primo weekend 81 milioni di dollari. Al secondo posto resiste La zona d’interesse